Coronavirus: sanificazione per prevenzione e bonifica degli ambienti

Possiamo proporvi un servizio di sanificazione ambientale con l’ obiettivo di eliminare la presenza del virus dagli ambienti domestici e/o di lavoro per prevenire infezioni virali.

Coronavirus Italia - Prevenzione Virus

La sanificazione viene effettuata mediante adeguati prodotti disinfettanti o vapore ove questo sia possibile.

Al termine della sanificazione a richiesta può essere  effettuato un Test ATP in modo da verificare l’ efficacia del lavoro svolto.

È importante intervenire per minimizzare le fonti di possibile contagio e preservare la salute dei propri collaboratori/ famigliari quando si ha il sospetto o la certezza che alcune superfici od ambienti siano state contaminate da virus.

Coronavirus Italia: Sanificazione per prevenzione e bonifica degli uffici e degli ambienti di lavoro.

Garantire ai propri dipendenti e collaboratori un ambiente di lavoro salubre e controllato è fondamentale per la tutela della loro salute.

Oltretutto è necessario  anche valutare  i “ danni” che potenzialmente possono derivare dal trascurare o non gestire correttamente questi aspetti nel malaugurato caso si diffondesse un’infezione virale nelle vostre strutture.

Offriamo un servizio di sanitizzazione per tutti quegli ambienti e tutte le superfici ( ad esempio: mouse, tastiere, maniglie, suppellettili, WC ) che ogni giorno vengono toccate da molte persone diverse che come ben sappiamo potenzialmente possono essere veicolo di batteri, virus, funghi ecc.

 Richiedi un preventivo gratuito >>>

SERVIZI PREVENZIONE CORONAVIRUS

Sanificazione per prevenzione e bonifica Coronavirus di Bar, Ristoranti e Pizzerie oltre ad Alberghi e stanze di Hotel

In queste strutture oltre a tutelare la salute dei vostri dipendenti e collaboratori è imperativo tutelare la salute dei vostri clienti, sanificando regolarmente gli ambienti e le superfici (ad esempio: pavimenti, tappeti, materassi, WC ) che possono rivelarsi vettori di infezioni.

Soprattutto nei “ grandi assembramenti “ quali possono essere considerati Alberghi ed Hotel va tenuto ben presente che spesso una normale pulizia può non essere sufficiente a garantire la salubrità degli ambienti.

È quindi necessario porre attenzione a tutte quelle superfici che vengono in contatto con i vostri ospiti e che possono essere potenzialmente contaminate.

Richiedi informazioni >>>

“Tutti i nostri interventi di sanificazione sono garantiti e sono effettuati da personale qualificato”.

Crediti d’imposta per sanificazione degli ambienti di lavoro

Grazie alle misure contenute nel Decreto Cura Italia, firmato dal presidente Mattarella a marzo, c'è il decredo per le spese di sanificazione che si possono sostenere per sanificare i luoghi di lavoro.
Allo scopo di incentivare la sanificazione per il contenimento del contagio del Coronavirus (virus COVID-19) è stato riconosciuto un credito d’imposta fino all’importo massimo di 50 milioni per l’anno 2020.

Decreto Cura Italia - Sanificazione ambienti di lavoro

Le misure del decreto, riguardanti la sanificazione degli ambienti, sono riportate qui sotto:
Ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione è riconosciuto, per il periodo d'imposta 2020, un credito d'imposta, nella misura del 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro, fino ad un  massimo  di  20.000  euro


Coronavirus

I coronavirus (CoV) sono un’ampia famiglia di virus respiratori che possono causare malattie da lievi a moderate, dal comune raffreddore a sindromi respiratorie come la MERS (sindrome respiratoria mediorientale, Middle East respiratory syndrome) e la SARS (sindrome respiratoria acuta grave, Severe acute respiratory syndrome). Sono chiamati così per le punte a forma di corona che sono presenti sulla loro superficie.

 I coronavirus sono comuni in molte specie animali (come i cammelli e i pipistrelli) ma in alcuni casi, se pur raramente, possono evolversi e infettare l’uomo per poi diffondersi nella popolazione. Un nuovo coronavirus è un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente mai identificato nell'uomo.

 I coronavirus umani conosciuti ad oggi, comuni in tutto il mondo, sono sette, alcuni identificati diversi anni fa (i primi a metà degli anni Sessanta) e alcuni identificati nel nuovo millennio.

I sintomi più comuni di un’infezione da coronavirus nell’uomo includono febbre, tosse, difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi, l'infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte. In particolare:

  • I coronavirus umani comuni di solito causano malattie del tratto respiratorio superiore da lievi a moderate, come il comune raffreddore, che durano per un breve periodo di tempo. I sintomi possono includere:
    • naso che cola
    • mal di testa
    • tosse
    • gola infiammata
    • febbre
    • una sensazione generale di malessere.


I coronavirus umani a volte possono causare malattie del tratto respiratorio inferiore, come polmonite o bronchite. Questo è più comune nelle persone con preesistenti patologie croniche dell’apparato cardio-vascolare e/o respiratorio, e soggetti con un sistema immunitario indebolito, nei neonati e negli anziani.

  • Altri coronavirus umani che hanno fatto il salto specie, come per esempio MERS-CoV e SARS-CoV, possono causare sintomi gravi. I sintomi della sindrome respiratoria mediorientale di solito includono febbre, tosse e respiro affannoso che spesso progrediscono in polmonite e circa 3 o 4 casi su 10 sono risultati letali. I casi di MERS continuano a verificarsi, principalmente nella penisola arabica. I sintomi della sindrome respiratoria acuta grave, per la quale non si registrano più casi dal 2004 in nessuna parte del mondo, includevano febbre, brividi e dolori muscolari che di solito progredivano in polmonite.

Data la poca specificità dei sintomi comuni dell’infezione da coronavirus è possibile effettuare test di laboratorio su campioni respiratori e/o siero soprattutto in caso di malattia grave. È comunque importante, nel caso si verifichino sintomi, informare il proprio medico di eventuali viaggi o di recenti contatti con animali (per esempio viaggi nei Paesi della penisola arabica o contatti con cammelli o prodotti a base di cammello).

 

Contattaci senza impegno